Li Ruiyu Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese per l’Italia ha visitato oggi i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’I.N.F.N. La visita si inserisce nell’ambito della cooperazione Italia – Cina in campo scientifico.


Pianeti, stelle e galassie costituiscono solo la parte visibile della materia dell’Universo. Una frazione ben maggiore di materia è costituita dall’invisibile “materia oscura”. Gli scienziati stanno cercando le particelle che costituiscono la materia oscura con molti esperimenti, senza essere riusciti fino ad oggi a chiarirne in maniera definitiva il mistero.


Buona parte del calore sprigionato dalle viscere della Terra deriva dal decadimento radioattivo dell’Uranio-238 e del Torio-232 presenti nel mantello, uno strato spesso 2000 km al di sotto della crosta.


Nuovi risultati ottenuti dalla collaborazione internazionale dell’esperimento XENON100, in funzione ai Laboratori del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), mettono in discussione per la prima volta una varietà di modelli finora accreditati